TAGLI AI SINDACATI? NON PER TUTTI!

poker-theory
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Da oggi, 1 Settembre 2014, entra in vigore il c.d. “Decreto P.A.” in cui al I comma dell’Art.7 è previsto il dimezzamento dei distacchi e dei permessi sindacali.

Per tutti i sindacati? Quasi…

Infatti i Sindacati di Polizia ( e Vigili del Fuoco) sono ESCLUSI dalla riduzione dei permessi!!!

Tutto ciò è ben descritto dal II comma dell’art.7 del Decreto in argomento, tuttavia non ci risulta alcuna notizia pubblicata a tal riguardo. Se non ci credete provate a cercala, anche su internet: non troverete nulla!

E i sindacatoni lo hanno fatto sapere ai propri iscritti che non perderanno alcun privilegio come si converrebbe in un rapporto corretto e trasparente tra O.S. ed associato? La risposta è NO, perchè non si può esternare una vittoria che favorisce pochi, anzi, pochissimi.

Questa è l’ennesima conferma di quanto i vertici dei sindacatoni della Polizia di Stato siano “vicini” alla politica e come riescano a ottenere risulati straordinari quando si toccano i propri loschi interessi.

Tutto questo impegno per avere benifici “esclusivi” dalla Pubblica Amministrazione quando alla collettività delle Forze dell’ordine viene chiesto solo di attendere, di pazientare e a volte anche di rinunciare.

Intanto gli stessi sindacati esultano per lo scorrimento di 900 allievi agenti ignorando la mortificazione di qualche migliaio di idonei non vincitori in varie qualifiche tra poliziotti, carabinieri e guardia di finanza…

Intanto si continua a gettare fumo negli occhi per oscurare i problemi più contingenti del comparto sicurezza con la questione “Unificazione”…

Ma in concreto che fanno i vertici dei Sindacati maggioritari? Vanno a sbattere i pugni sul tavolo minacciando rivolta dei propri iscritti (come fossero “burattini” da mettere sul palcoscenico all’occorrenza) se non gli viene dato ciò che vogliono.

Se si riuscisse a svuotare il potere esercitato sulla collettività dei dipendenti da parte del binomio Amministrazione/Sindacati si avvierebbe sicuramente un meccanismo positivo per tutti noi. Vuoi per far emergere nuovi “meriti”, vuoi per il timore di perdere il CONTROLLO.

Vogliamo partecipare TUTTI concretamente allo sblocco dei contratti e alla conquista di diritti che davvero ci interessano? Togliamo la terra da sotto i piedi di chi continua a prenderci in giro e dimostriamo che non siamo burattini in mano ai Sindacati e ai Politici: DISDETTE!

ART.7 Comma II Decreto PA 2014

Stampa Articolo

Commenti chiusi