RIORDINO: PROSEGUONO I LAVORI, 600 MILIONI DI EURO CI SONO

polizia-volante-2
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Prosegue il confronto per portare a casa il riordino dei ruoli e delle funzioni delle forze di polizia. Con l’approvazione della legge di stabilità ci sono disponibili per il riordino risorse complessive per 600 milioni di euro per il 2017 e 600 milioni di euro per l’anno 2018, al netto delle risorse necessarie per la conferma del bonus di 80 euro (altri 480 milioni) che saranno riconfermate per il 2017 e saranno cristallizzate entro il 2018.

Resta da approfondire e modificare alcune misure relative alla parte normativa che a nostro avviso necessitano di profonda rivisitazione, come per esempio le modalità e i criteri delle procedure concorsuali per l’accesso ai ruoli intermedi (sovrintendenti e ispettori) nonchè sui tempi di permanenza nelle predette qualifiche che a nostro parere andrebbero ridotte drasticamente.

I tempi sono stringenti poichè la delega scade a febbraio per cui la riunione è stata aggiornata a breve, dove si dovrebbe avere un quadro maggiormente delineato.

Resta inteso che il riordino secondo questa Organizzazione sindacale costituisce una sconfitta ovvero il fallimento della pubblica amministrazione poichè in sostanza si prende atto delle criticità insanabili causate dalle scelte sbagliate degli anni pregressi e si mette mano a misure normative che traccino il solco per poter riequilibrare le cose ed è naturale che in un meccanismo di questo genere ci sia il concreto rischio di avvantaggiare alcuni piuttosto che altri e che i provvedimenti vadano ad incidere maggiormente su alcuni interessi invece che su altri stante che la riforma perfetta che accontenta tutti non potrebbe mai esistere.

Noi cercheremo di fare la nostra parte affinche venga fuori un riordino più equo possibile che tenga conto principalmente degli interessi della base, che non discrimini ne avvantaggi nessun ruolo e nessuna qualifica in particolare ma che metta mano alle criticità esisti al fine di evitare di generarne di nuove in futuro e che miri all’interesse generale anziche a piccoli interessi di bottega.

In ossequio al principio della trasparenza alleghiamo la nuova ipotesi parametrale degli stipendi nonche i documenti informativi endro procedimentali rilasciati dal ministero, tenuto conto che tutti i dati ivi contenuti hanno carattere puramente indicativo.

documento-di-lavoro-oo-ss-sulla-revisione-ruoli-polizia-doc-20-dicembre-bis-1

documento-di-lavoro-sulla-revisione-ruoli-polizia-doc-19-dicembre

ipotesi-b-tabella-parametri

LA SEGRERTERIA NAZIONALE

Stampa Articolo

Commenti chiusi