PROFICUO L’INCONTRO CON L’ON. DALILA NESCI E ON. TIZIANA CIPRINI

DSCF4276
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Interessante proficuo e pieno di spunti l’incontro tenutosi in data 13 giugno con l’On. Dalila Nesci e l’On. Tiziana Ciprini presso il Palazzo dei Gruppi in via degli Uffici del Vicario a Roma. Nel corso del colloquio si è stabilito un percorso comune con alcune strategie da intraprendere sin da subito per raggiungere dei risultati concreti per tutta la categoria, in termini di risorse aggiuntive, nonchè di meritocrazia e di trasparenza all’interno della Polizia di Stato e del Comparto in generale. Nei prossimi giorni verrà istituito un tavolo tecnico per l’elaborazione di proposte normative intese alla realizzazione dei predetti obbiettivi.

Il DL approvato dal Consiglio dei Ministri venerdi 13 giugno sembra andare nella direzione auspicata. La razionalizzazione dei presidi è una strada obbligata e non ci spaventa purchè fatta con criterio valorizzando le professionalità acquisite e rispettando la dignità e l’integrità degli operatori della Polizia. L’ accorpamento della Polizia Forestale e della Polizia penitenziaria in altre amministrazioni và anch’esso nella direzione auspicata. Il principio dello scorrimento delle graduatorie è un principio che a nostro avviso deve valere per tutti i ruoli e tutte le qualifiche compreso il ruolo iniziale delle Forze di Polizia. Speriamo che alla fine prevalga la coerenza  e il buon senso e si dia veramente inizio ad un serio e duraturo cambio di passo all’interno della Pubblica Amministrazione ma sappiate che questo dipende anche da tutti voi. Noi lotteremo per fare in modo che il cambiamento avvenga e che sia radicale. Chiediamo a tutti i colleghi di buon senso però di darci la forza di cambiare. Come fare..?? la prima cosa da fare è delegittimare le associazioni sindacali che sostengono questo sistema deprimente e malato che si autoalimenta solo grazie alle iscrizioni sindacali da voi sottoscritte e mantenute per i più disparati motivi che non collimano però con l’interesse generale degli operatori di Polizia. Invitiamo tutti ad interrompere questo processo, a staccare il cordone ombelicale e mettere definitivamente la parola fine sul passato..!! I risultati non tarderanno ad arrivare..!!

Roma lì 17 giugno 2014

La Segreteria Nazionale

Stampa Articolo

Commenti chiusi