Portale Mobilità: fine della sperimentazione. Procedura divenuta ordinaria. Nuovi criteri per i trasferimenti

Polizia-auto-bmw
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Dopo l’avvio della fase sperimentale avviata a novembre scorso, valutati gli esiti positivi della sperimentazione, dalla data odierna (15 gennaio 2018) il Portale Mobilità sarà accessibile ai dipendenti degli Uffici del personale abilitati alla procedura e a tutto il personale appartenente ai ruoli Sovrintendenti, Assistenti ed Agenti che qualora interessato, potrà inserire direttamente l’istanza di trasferimento, monitorarne lo stato di avanzamento. conoscere la propria posizione in graduatoria per le sedi e gli uffici richiesti.

L’accesso al Portale sarà consentito mediante l’inserimento delle credenziali utilizzate        per il Portale Doppiavela all’indirizzo intranet:

https://trasferimentionline.cen.poliziadistato.it

La circolare elenca anche quali saranno i nuovi criteri che saranno adottati per individuare le posizioni in graduatoria.

Pur salutando con soddisfazione la predetta procedura, che da oggi si presenta senza dubbio più snella e trasparente, non possiamo che esternare tutta la nostra delusione e il nostro disappunto per la miopia di questa amministrazione, spalleggiata da una folta schiera di sindacati, che si ostina a non voler dare la possibilità agli operatori di poter visualizzare la graduatoria completa relativa alla sede richiesta, al fine di verificare la correttezza dell’operato e il buon andamento nell’ambito delle movimentazione interne.

Ricordiamo che sui portali dell’arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza già da molto tempo i colleghi possono verificare l’elenco completo delle graduatorie relative non solo alle sedi ma anche ai reparti da loro richiesti.

Si tratta quindi di una battaglia di civiltà che questa O.S. continuerà a sostenere nell’interesse di tutti i poliziotti nella consapevolezza che solo in questo modo si potrà mettere fine alle vergognose prassi che tutti noi conosciamo ma che in realtà solo pochi vogliono realmente eliminare.

La nuova procedura parte in concomitanza con la novella introdotta con la legge di Stabilità (art. 1 comma 175 Legge di Stabilità ) che riduce il periodo di permanenza obbligatoria nella sede di assegnazione del personale della Polizia di Stato da 4 a 2 anni e, per le sedi disagiate, da 2 a 1 anno.

Riguardo ai movimenti di aprile si rende noto che i trasferimenti verranno pianificati secondo le risultanze del sistema alla data del 14 febbraio 2018.

La Direzione Centrale ha comunicato infine che é in corso di perfezionamento il piano dei potenziamenti relativo al 2018, che verrà pubblicato su Doppia Vela e sul Portale Mobilità appena disponibile; per le sedi che registrano maggiore età anagrafica. un’aliquota del 30% del potenziamento programmato sarà destinata al personale di nuova immissione. (leggi quali sono le sedi interessate)

icona_PDF-150x150-150x150 trasferimenti – mobilità ordinaria sovrintendenti assistenti e agenti avvio nuovo portale mobilità

icona_PDF-150x150-150x150 Portale intranet Mobilità – osservazioni del Segretario Generale NSP_signed

icona_PDF-150x150-150x150 Analisi numeri età media ruolo Agt-Ass

icona_PDF-150x150-150x150 art. 1 comma 175 Legge di Stabilità – trasferimento di sede

icona_PDF-150x150-150x150 Portale_Mobilità_Manuale Operativo Utente

LA SEGRETERIA NAZIONALE

Stampa Articolo

Commenti chiusi