POLFER: NELLA NUOVA CONVENZIONE AUMENTANO GLI IMPORTI DELLE INDENNITA’ DI SCORTA

controllo-polizia-treno-ferroviaria-550
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Buone notizie per la specialità polfer.  Secondo l’ultima bozza di convenzione trasmessa dal Dipartimento sarebbero state ritoccati all’ insù gli importi delle indennità di scorte ai treni a lunga percorrenza ritenuti ad alta criticità secondo i seguenti criteri:

  1. € 130,00 pro capite, per il personale che svolge servizi di scorta sui treni a lunga percorrenza nella fascia notturna con orario di lavoro non inferiore a 5 ore continuative a bordo del medesimo convoglio, fatte salve particolari necessita preventivamente concordate tra le parti.
  2. € 60,00 pro capite, per il personale che svolge servizi di scorta sui treni a lunga percorrenza nella fascia diurna, connessi all’effettuazione della scorta a lunga percorrenza a bordo dei convogli notturni.
  3. € 90,00 pro capite per il personale che svolge servizi di scorta sui treni notte internazionali, con orario di lavoro nella fascia notturna non inferiore a 3 ore continuative a bordo del medesimo convoglio, fatte salve particolari necessita preventivamente concordate tra le parti
  4. € 35,00 Procapite, per il personale che svolge servizi connessi all’effettuazione dei servizi di scorta sui treni internazionali.

La convenzione avrà una durata quadriennale con la possibilità di esaminare annualmente lo stato di applicazione della convenzione  e apportare per iscritto eventuali retttifiche.

A nostro giudizio si tratta di un’ottima notizia nell’ottica di un rapporto, quello con le FF.SS. che si rinnova da molti anni e che si prevede possa proseguire positivamente anche in futuro con grandi vantaggi sotto il profilo economico, per il personale della polizia di Stato della predetta specialità.

Per maggiori approfondimenti leggi la bozza integrale della convenzione

BOZZA_CONVENZIONE_MINISTERO_INTERNO-GRUPPO_FERROVIE_DELLO_STATO

LA SEGRETERIA NAZIONALE

Stampa Articolo

Commenti chiusi