Passaggio del personale non idoneo all’espletamento dei servizi di Polizia ad altri ruoli della Polizia di Stato

ID PROCEDIMENTO
SERVIZIO PERSONALE TECNICO-SCIENTIFICO E PROFESSIONALE 7
DESCRIZIONE PROCEDIMENTO
Passaggio del personale non idoneo all’espletamento dei servizi di Polizia ad altri ruoli della Polizia di Stato o in altre Amministrazioni dello Stato
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
d.P.R. n. 339/1982
UNITA’ ORGANIZZATIVA RESPONSABILE DELL’ISTRUTTORIA
Divisione 1^ per il personale dei ruoli dei dirigenti e direttivi dei ruoli che espletano attività tecnico-scientifica o tecnica e dei ruoli professionali dei sanitari – Divisione 2^ per il personale dei ruoli degli operatori e collaboratori tecnici, per il ruollo dei revisori tecnici, per il ruolo dei periti tecnici e per il ruolo degli orchestrali
AREA/UFFICIO
Servizio Personale Tecnico-Scientifico e Professionale
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Direttore della Divisione 1^ – Primo Dirigente della Polizia di Stato dr.ssa Maria Luisa DI LORENZO – Direttore della Divisione 2^ – Primo Dirigente della Polizia di Stato dr.ssa Paola CORRIAS
RIFERIMENTI (TEL./EMAIL)
06/46574093 PEC: dipps.333e.servtecnscienteprof.rm@pecsps.interno.it MIC: mininterno.333eperstec.rm@cert.messaggistica – Posta elettronica istituzionale: serviziopersonaletecnico.rm@interno.it
RESPONSABILE DEL PROVVEDIMENTO FINALE
Direttore Centrale per le Risorse Umane su delega del Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza
RIFERIMENTI (TEL./EMAIL)
MODALITA’ DI ACCESSO ALLE INFORMAZIONI
Istanza di accesso agli atti amministrativi ai sensi della legge 241/1990 – sito istituzionale della Polizia di Stato – portale DoppiaVela per il personale appartenente alla Polizia di Stato
TERMINE PROCEDIMENTO (GG)
180
ISTANZA DI PARTE (SI/NO)
SI
DOCUMENTAZIONE DA PRODURRE A (d.P.C.M. 252/2012)
1- Istanza dell’interessato.
DOCUMENTAZIONE DA PRODURRE B
DOCUMENTAZIONE DA PRODURRE C
PROCEDIMENTO EFFICACE CON DICHIARAZIONE DELL’INTERESSATO (DICH) O SILENZIO-ASSENSO DELL’AMMINISTRAZIONE (SILAS)
STRUMENTI DI TUTELA GIURIDICA E AMM.VA
1) Ricorso giurisdizionale amministrativo al TAR competente per ragioni di territorio, ai sensi del decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104, entro il termine di decandenza di sessanta giorni dalla data della notifica o comunque della effettiva conocenza del provvedimento impugnato da parte del ricorrente (“codice del processo amministrativo”) ovvero, in alternativa, 2) ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, ai sensi del d.P.R. 24 novembre 1971, n. 1199 , entro 120 giorni dalla data della notificazione o della comunicazione dell’atto impugnato o da quando l’interessato ne abbia avuto conoscenza (“Semplificazione dei procedimenti in materia di ricorsi amministrativi”): artt. da 8 a 15.
LINK ACCESSO SERVIZIO ON LINE
MODALITÀ DI EFFETTUAZIONE DI PAGAMENTI
TITOLARE DEL POTERE SOSTITUTIVO IN CASO D’INERZIA (NOMINATIVO)
Direttore Centrale per le Risorse Umane
RIFERIMENTI (TEL, EMAIL)
06/46575739
segr.risorseumane.dipps@interno.it
MODALITÀ PER ATTIVARE IL POTERE SOSTITUTIVO
Articolo 2, commi da 9-ter a 9-quinquies, legge n. 241 del 1990, così come inseriti dal decreto legge e succ. mod. : Decorso inutilmente il termine per la conclusione del procedimento o quello superiore di cui al comma 7, il privato può rivolgersi al responsabile di cui al comma 9-bis perchè, entro un termine pari alla metà di quello originariamente previsto, concluda il procedimento attraverso le strutture competenti o con la nomina di un commissario.
9-quater. Il responsabile individuato ai sensi del comma 9-bis, entro il 30 gennaio di ogni anno, comunica all’organo di governo, i procedimenti, suddivisi per tipologia e strutture amministrative competenti, nei quali non è stato rispettato il termine di conclusione previsto dalla legge o dai regolamenti. Le Amministrazioni provvedono all’attuazione del presente comma, con le risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili a legislazione vigente, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica.
9-quinquies. Nei provvedimenti rilasciati in ritardo su istanza di parte sono espressamente indicati il termine previsto dalla legge o dai regolamenti e quello effettivamente impiegato.”
RISULTATI INDAGINI DI “CUSTOMER SATISFACTION”
SPESA PREVISTA
ESTREMI DEI PRINCIPALI DOCUMENTI
Procedimento a contenuto complesso conseguente a istanze che richiedono fasi istruttorie con il coinvolgimento degli altri Servizi di amministrazione attiva del personale in relazione alla qualifica posseduta dal dipendente. Verbale di riforma della C.M.O. competente con riportata la facoltà per il dipendente di poter transitare nei ruoli tecnici della P. di S. e/o nelle altre Amministrazioni civili dello Stato. Verbale di avvio della procedura finalizzata alla dispensa dal servizio per infermità e istanza del dipendente tesa ad ottenere il transito nei ruoli tecnici della P. di S. e/o nelle altre Amministrazioni Civili dello Stato. Inoltro dell’istanza di transito alle Amministrazioni richieste. Decreto di collocamento in aspettativa ex art. 8 d.P.R. 339/1982. Al termine della procedura di transito, con esito positivo, decreto di revoca dalla posizione di aspettativa del citato art. 8 e di cancellazione dal ruolo di appartenenza.
POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA
PEC: dipps.333e.servtecnscienteprof.rm@pecsps.interno.it
RISPETTO DEI TEMPI PROCEDIMENTALI (SI/NO)
SI
CONVENZIONI QUADRO (SI/NO)
PROVVEDIMENTO FINALE (ESTREMI)
Decreto del Direttore Centrale per le Risorse Umane su delega del Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza

www.nsp-polizia.it 2018 Sede: via val chisone, 35 - 00141 ROMA - tel/fax 0698870954
Info: nsp.polizia@gmail.com - PEC: segreteria.nazionale@pec.nsp-polizia.it
R.G. 7042 - C.F. 97686540580