ORDINE PUBBLICO: CODICI IDENTIFICATIVI: UN PASSO INDIETRO DEL GOVERNO.

reparto mobile
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Nessun identificativo per i singoli appartenenti alle forze dell’ordine impegnati in ordine pubblico ma un unico ‘codice’ per ogni reparto in strada. E’ quanto prevede, da quanto si apprende, la bozza del disegno di legge sulla sicurezza urbana presentato oggi dal ministro Alfano ai sindaci delle aree metropolitane.

Il governo dunque fa un passo indietro dai propositi iniziali che prevedevano l’introduzione del codice identificativo per tutti gli agenti al fine anche di scoraggiare comportamenti violenti o irresponsabili da parte delle forze dell’ordine.”Si tratta di un buon compromesso tra la tutela del cittadino e la tutela degli operatori delle forze di Polizia”, afferma in una nota il segretario del Nuovo Sindacato di Polizia (NSP) Roberto Intotero.

La Segreteria Nazionale

Stampa Articolo

Commenti chiusi