– Onorificenza di Ufficiale e Cavaliere dell’Ordine “AI Merito della Repubblica Italiana

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Con la presente circolare ministeriale è stato dato avvio alla designazione annuale dei nominativi del personale della Polizia di Stato appartenente ai ruoli che espletano attività tecnico-scientifica e professionale per il conferimento delle Onorificenze di Ufficiale e Cavaliere dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”

L’onorificenza può essere richiesta anche nei confronti del personale dell polizia di stato che siano cessati cessati o che cesseranno dal servizio nel corso dell’anno 2016.

Le designazioni dovranno pervenire entro e non oltre il 10 dicembre 2016.

Non è sufficiente, infatti, ricorrere a motivazioni generiche, ma è necessario che queste illustrino, in termini precisi, i meriti che contraddistinguono la persona da insignire.

L’onorificenza può essere riconosciuta a coloro i quali, previa valutazione della qualifica rivestita, delle doti professionali e culturali, nonché delle prestazioni di eventuali attività assistenziali e di volontariato, abbiano svolto il proprio servizio con cura e dedizione, nell’intento di migliorare l’istituzione in cui operano e, soprattutto, abbiano fornito un servizio disinteressato alla collettività, meritando la gratitudine della Repubblica.

In particolare, la Presidenza del Consiglio dei Ministri, con la circolare del 22 maggio u.s., ha posto in evidenza come “il mero dato dell’anzianità di servizio o il servizio senza demerito non costituiscono più, come in passato, un requisito sufficiente”, invocando un maggior rigore nella valutazione delle posizioni dei pubblici dipendenti.

Ha, quindi richiamato l’attenzione sul fatto che le candidature debbano esprimere un’azione o un complesso di azioni che vanno ben oltre l’ordinarietà, configurandosi come veri e propri modelli  civili da additare alla pubblica considerazione”.

Non sarà possibile, inoltre, procedere alla segnalazione di dipendenti che abbiano riportato note di demerito o sanzioni disciplinari.

LEGGI LA CIRCOLARE PER APPROFONDIRE

LA SEGRETERIA NAZIONALE

Stampa Articolo

Commenti chiusi