NUOVE MODALITA’ DI IMPIEGO DEI REPARTI PREVENZIONE CRIMINE

rpc-lazio
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Pubblichiamo il Decreto del capo della Polizia che modifica e diversifica le modalità con le quali devono essere impiegati i Reparti Prevenzione Crimine, ovvero le modalità e i criteri con i quali i Questori devono richiedere l’impiego dei repareti specificando:

  1. la tipologia del servizio per il quale si richiede l’intervento.
  2. il periodo e il numero dei nuclei richiesti.
  3. le esigenze e le finalità che si vogliono perseguire
  4. le arre territoriali interessate.
  5. le risorse che la Questura dovrà destinare a questi servizi.
  6. il funzionario responsabile del servizio.

Le pattuglie non possono essere impiegate singolarmente e in modo isolate ma l’impiego minimo deve prevedere. salvo casi eccezionali,  almeno un nucleo formato da un minimo di due pattuglie.

A seguito di ordinanza del Questore territorialmente competente le modalità di impiego sono concordate con i rispettivi dirigenti.

L’intervento dei Reparti è disposto dal capo della Polizia.

leggi il decreto per approfondire

icona_PDF-150x150 decreto-capo-polizia-modalita-impego-dei-reparti-prevenzione-crimine

LA SEGRETERIA NAZIONALE

Stampa Articolo

Commenti chiusi