MUTUI INPDAP A TASSO FISSO GIA’ CONTRATTI; LE RATE SEMESTRALI SARANNO RIVALUTATE AL RIBASSO GIA’ A DECORRERE DALLA RATA DI DICEMBRE 2015.

INPDAP
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Buone notizie per tutti i dipendenti e pensionati ex INPDAP che hanno contratto in passato mutui a tasso fisso.

Con la determinazione n. 64 del 24 giugno 2015 il Presidente dell’I.N.P.S. ha autorizzato l’applicazione ai contratti di mutuo ipotecario edilizio a tasso fisso erogati agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali del tasso di interesse fissato nella misura del 2,95%. Le rate semestrali dei mutui saranno notevolmente ritoccate a ribasso. Per intenderci chi ha contratto un mutuo di 150.000 euro a tasso fisso pagherà circa 1000 euro in meno all’anno.

Il predetto provvedimento trova applicazione, a decorrere dall’1 luglio 2015, per tutti i contratti di mutuo a tasso fisso gia’ in essere o stipulati da tale data con gli iscritti alla suddetta Gestione unitaria.

La citata determinazione – che ha previsto la modifica dell’art. 7, comma 2, del vigente Regolamento per l’erogazione dei mutui ipotecari agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, approvato con determinazione presidenziale n. 362 del 23 settembre 2011, si intende estesa anche a tutti i contratti di mutuo ipotecario edilizio disciplinati da regolamenti precedentemente emanati dall ex I.N.P.D.A.P., ente soppresso ex art. 21, comma 1, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201,convertito con modificazioni dalla legge del 22 dicembre 2011, n. 214, con conseguente attribuzione delle relative funzioni all’I.N.P.S..

Il tasso del 2,95% viene applicato anche alle domande di mutuo o di surroga gia’ presentate nei quadrimestri antecedenti la data dell’1 luglio 2015, il cui iter non si sia ancora perfezionato con il rogito.

Per usufruire dell’agevolazione è necessario dare il proprio consenso alla delibera collegandosi sul sito dell’INPS (sezione servizi per il cittadino) attraverso una procedura telematica. ( leggi per conoscere la procedura telematica )  Per maggiori informazioni contattare il call center al numero 803 164.

LA SEGRETERIA NAZIONALE

Stampa Articolo

Commenti chiusi