MAXI CONCORSO VICE SOV.: SEDE GARANTITA PER TUTTI..?! LE BUGIE HANNO LE GAMBE CORTE..!!

vice sov 3
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Come volevasi dimostrare ancora una volta i sindacati maggioritari si sono rivelati per quello che realmente sono, ovvero un groviglio di opportunisti pronti a speculare sulla pelle dei colleghi alla prima occasione utile pur di guadagnare tessere sindacali, ovvero soldi da poter impiegare per le proprie necessità.

Era poco più di 15 giorni fà quando striscioni, comunicati e video clip di segretari nazionali, con tanto di logo esposto avevano garantito che tutti i vincitori del maxi concorso (di cui all’allegato 11) sarebbero rientrati nelle proprie sedi, grazie alla loro forte azione sindacale. Qualcuno addirittura, affetto da megalomania acuta, pensando di incarnare spiritualmente il capo della Polizia o di essere “unto dal signore” è arrivato ad asserire che molti vincitori manterranno addirittura lo stesso ufficio.…!!! Siamo alla follia pura, e il bello e che i colleghi ci hanno creduto e gli hanno anche sottoscritto la tessera..!!

Oggi però, molti di questi colleghi, si stanno rendendo conto che purtroppo le cose sono molto diverse da come qualcuno gliele ha rappresentate e garanzie (ovvero certezze) sotto l’aspetto delle sedi non ce ne sono. Lo stesso Ministero d’altra parte se ne guarda bene dal certificare questa garanzia, ma al contrario i sindacati garantiscono sedi certe a tutti quanti..!! Ancora una volta queste organizzazioni, hanno dimostrato tutta la loro meschinità e tutta la loro mancanza di responsabilità, nonchè mancanza di rispetto nei confronti di migliaia di poliziotti in un momento decisionale così importante della propria vita.

Il NSP, sindacato trasparente e responsabile, al contrario, ha cercato in questo periodo di mettere in guardia, spiegando che la garanzia di sede per tutti è di fatto palesemente inattuabile. Questa O.S. sin dall’inizio ha invitato a diffidare delle farneticazioni dei sindacati maggioritari, farneticazioni dal chiaro sapore propagandistico ed elettorale (siamo vicini ad ottobre).

Noi come associazione, al contrario abbiamo ribadito in ogni contesto che la sede non è e non sarà garantita per tutti, ma che ci saranno buone possibilità per molti, sopratutto per chi lavora nelle sedi grandi di rimanere nel rispettivo Comune (non il proprio ufficio), stante l’elevato numero di vacanze nel ruolo. Problemi invece ci saranno per le sedi piccole e ambite (es. potenza, lecce, frosinone e simili). Per queste sedi saranno favoriti i vincitori delle prime annualità, mentre quelli delle delle ultime annualità con molta probabilità la sede la perderanno. Questa O.S. si è dissociata apertamente da questa campagna speculativa proprio perchè consapevole dell’impossibilità tecnica di garantire la sede a tutti, poiche in tal caso non ci potrebbe essere una copertura omogenea sul territorio e si creerebbero delle grosse carenze nelle grandi città dove è più alta la richiesta di ufficiali di pg e un sovra numero in alcune piccole province dove c’e’ meno necessità. Ci sono poi anche problemi per i sovrintendenti che stanno aspettando da molto tempo il cambio per rientrare in sede. Questo è quello che è un sindacato responsabile, a nostro avviso ha il dovere morale di dire..!!

Ciò premesso la circolare telegrafica spiega che è stato predisposto un servizio telematico per trasmettere le preferenze delle sedi alla Direzione Centrale, come d’altronde è ovvio che sia, poichè il Ministero deve pur sapere se questi vincitori vogliono rimanere in sede oppure ambiscono ad altra sede.

Si allega la circolare sulle disposizioni generali riguardanti la frequenza del 26° corso di formazione per l’accesso alla qualifica di vice sovrintendente.

Nella speranza che molti colleghi aprano finalmente gli occhi si porgono cordiali saluti

LA SEGRETERIA NAZIONALE

 

Stampa Articolo

Commenti chiusi