LEGGE DI STABILITA’: SINTESI DEGLI EMENDAMENTI APPROVATI – SPUNTA NORMA DEL M5S CHE PERMETTE DI FARE USCIRE I POLIZIOTTI DAGLI UFFICI

montecitorio 2
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

La legge di stabilità è stata approvata alla Camera e passerà subito al Senato per l’ultimo passaggio che a quanto pare sarà blindato. Il Governo infatti ha deciso di mettere la fiducia per consentire l’approvazione entro Natale. Oltre alla conferma dell’ormai famoso bonus straordinario di 960 euro per le forze di polizia, con somma soddisfazione abbiamo appreso che grazie ad un emendamento del M5S (Lombardi) è stato approvata una norma che consentirà in breve tempo di svuotare gli uffici di polizia per portare più operatori possibile in strada per il controllo del territorio.

Questa è la sintesi degli ememdamenti approvati:

Assegnazione del personale di polizia a operazioni di sicurezza e controllo del territorio

il comma 252-bis, (Lombardi M5S) dispone la ricognizione, da effettuarsi da parte dei Ministro dell’interno entro il 31 marzo 2016, del personale di polizia assegnato a funzioni amministrative o di scorta personale, al fine di valutarne l’eventuale assegnazione ad operazioni di sicurezza e controllo del territorio

i commi da 548-bis a 548-septies.1 (Governo – Marcon) dettano alcune disposizione tese a potenziare nel 2016 gli interventi nel settore della difesa e della sicurezza.
Il comma 548-bis ( Governo – Marcon – Gasparri – Lombardi – Marcon -Fiano) istituisce presso il MEF un Fondo per il potenziamento degli interventi e delle dotazioni strumentali in materia di protezione cibernetica e sicurezza informatica nazionali, nonché per le spese connesse ai suddetti interventi, con una dotazione di 150 milioni per il 2016.
Il fondo è ripartito con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri previa deliberazione del Comitato interministeriale per la sicurezza della Repubblica (CISR), sentiti il Ministro dell’interno (come da sub emendamento 0.1.1.112) il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica (sub 0.1.1.40) e i responsabili del Dipartimento delle Informazioni per la sicurezza (DIS), dell’Agenzia informazione e sicurezza esterna (AISE) e dell’Agenzia informazione e sicurezza interna (AISI), in via prioritaria tra tali organismi. Il riparto è funzionale altresì all’attuazione di specifiche misure di rafforzamento di prevenzione e contrasto con mezzi informatici del crimine di matrice terroristica nazionale e internazionale. Del riparto è data comunicazione al Comitato parlamentare per la Sicurezza della Repubblica (comma 548-ter).
Il comma 548-quater (Lombardi -Marcon – Fiano) istituisce presso il MEF un Fondo per l’ammodernamento delle dotazioni strumentali e delle attrezzature anche di protezione personale in uso alle forze di polizia e al Corpo nazionale dei vigili del fuoco, con una dotazione finanziaria di 50 milioni di euro per il 2016 (l’emendamento Lombardi -M5S – ha espunto dall’originaria formulazione dell’emendamento 1.1 del Governo, il riferimento alle forze armate tra i soggetti beneficiari del fondo). Gli interventi e le amministrazioni cui destinare le somme sono determinati, entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge, con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, sentiti i Ministri dell’interno, della difesa e della giustizia.

Risorse per il comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico

Il comma 548-septies  (Governo -Fiano – Artini) destina, nelle more dell’attuazione della delega sulla revisione dei ruoli delle forze di polizia, del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco e delle Forze armate (come specificato dal subemendamento 0.1.1.31 NF), al personale non destinatario di un trattamento retributivo dirigenziale, appartenente ai Corpi di polizia, al Corpo nazionale dei vigili del fuoco, alle Forze armate, compreso quello appartenente al Corpo delle Capitanerie di porto (come specificato dal subemendamento 0.1.1.5 NF), quale riconoscimento dell’impegno profuso ai fini di fronteggiare le eccezionali esigenze di sicurezza nazionale per l’anno 2016, un contributo straordinario pari a 960 euro su base annua, da corrispondere in quote di pari importo a partire dalla prima retribuzione utile e in relazione al periodo di servizio prestato nel corso del predetto anno. Per le citate finalità è autorizzata la spesa di 500 milioni di euro per l’anno 2016. Si prevede, conseguentemente, una riduzione di 5,5 milioni di euro per l’anno 2016 dell’autorizzazione di spesa destinata all’albo degli autotrasportatori e di 5 milioni per il 2016 della dotazione finanziaria del fondo di cui al precedente comma 548-quinquies (come specificato dal subemendamento 0.1.1.5 NF).
Il contributo non ha natura retributiva, non concorre alla formazione del reddito complessivo ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, dell’imposta regionale sulle attività produttive e non è assoggettato a contribuzione previdenziale e assistenziale. La disposizione precisa che, ricorrendone le condizioni, si applica anche la disciplina del cd. bonus IRPEF (art. 13, comma 1-bis, DPR n. 917/1986).
Al fine di garantire il rispetto degli obiettivi programmatici di finanza pubblica, il MEF effettua il monitoraggio mensile dei maggiori oneri derivanti dal presente comma. Nelle more del monitoraggio, è accantonato e reso indisponibile l’importo di 50 milioni di euro per l’anno 2016 delle risorse del Fondo per le esigenze indifferibili istituito dalla legge di stabilità 2015. In relazione agli esiti del monitoraggio, si provvede al disaccantonamento ovvero alla riduzione delle risorse necessarie per assicurare la copertura degli eventuali maggiori oneri accertati.

ASSUNZIONI FORZE DI POLIZIA

il comma 548-undevicies ( Governo – Fiano) il quale anticipa dal 1° ottobre 2016 al 1° marzo 2016 il termine a partire dal quale possono essere effettuate le assunzioni straordinarie nella Polizia di Stato, nell’Arma dei carabinieri e nel Corpo della Guardia di finanza autorizzate dal D.L. 78/2015 (art. 16-ter), al fine di incrementare le attività di prevenzione e di controllo del territorio e di tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica in relazione allo svolgimento del Giubileo straordinario.
Inoltre, come aggiunto dal subemendamento 0.1.1.31 NF, si autorizza la Polizia di Stato a bandire per l’anno 2016 un concorso nei limiti degli eventuali posti residui.

LA SEGRETERIA NAZIONALE

Stampa Articolo

Commenti chiusi