Istituzione della squadra d’intervento “Moving Team”

investigazioni
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Prossima istituzione della squadra d’intervento denominata “Moving Team”, incardinata funzionalmente in seno alla Direzione Centrale Anticrimine.

Si tratta di una squadra di pronto intervento, composta e integrata, di volta in volta, dalle professionalità necessarie a far fronte alle varie tipologie di impiego info-investigativo.

L’obiettivo è quello di fornire il massimo supporto, sotto il profilo delle investigazioni e delle scienze forensi, in occasione di eventi delittuosi contrassegnati da elevata violenza o che provocano un particolare allarme sociale e in occasione di indagini particolarmente complesse.

Il Moving team risponde all’esigenza di strutturare e codificare la sinergia, sia a livello centrale che territoriale, tra il settore investigativo e quello scientifico, nonché di standardizzare le best practices di intervento operativo, in modo da assicurare l’immediata disponibilità di una squadra altamente qualificata e specializzata di investigatori, a supporto del territorio.

L’assetto ordinamentale delineato prevede un’unità organizzativa composta dalle seguenti figure:

  1. Team Leader;
  2. Coordinatore dell’attività di polizia scientifica;
  3. Responsabile della comunicazione;
  4. Esperti in attività investigativa, distinti in specifici profili;
  5. Esperti in attività tecnico-scientifiche, distinti in specifici profili.

La Direzione Centrale Anticrimine individua gli esperti di cui ai punti d) e e) tra le migliori professionalità nei diversi profili dell’investigazione e delle scienze forensi, sia a livello centrale che territoriale, inserendoli in appositi elenchi, costantemente aggiornati.

La medesima Direzione individua, di volta in volta, il personale di cui alle figure da a) a e).

Ulteriori dettagli nel documento allegato.

LA SEGRETERIA NAZIONALE

icona_PDF-150x150-150x150Istituzione squadra intervento denominata Moving Team

Stampa Articolo

Commenti chiusi