INDENNITA’ DI CONTROLLO DEL TERRITORIO, PARTE LA RACCOLTA FIRME

polizia-di-stato-notte2
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Questa O.S. in stretta collaborazione con il LeS (liberta e sicurezza) sindacato con il quale ha stretto di recente un patto affiliativo a breve presenterà delle proposte in sede di contrattazione del nuovo contratto di lavoro, sia parte normativa che parte economica) al fine di migliorare le condizioni economiche e lavorative di tutti i poliziotti.

Ciò premesso tra le principali proposte innovative il sodalizio NSP/ LeS si propone di fare introdurre, in sede di rinnovo contrattuale un apposita “indennita’ di controllo del territorio” nella misura di euro 10 euro lorde giornaliere, da corrispondere a tutti gli operatori di strada, ovvero tutti coloro che svolgono servizio di controllo del territorio a disposizione dell’upgsp presso le questure dislocate sul territorio nazionale. 

La nostra proposta proposta prevede che la predetta indennita’ sia cumulabile all’ indennita’ di servizio esterno, gia’ esistente, in modo che la somma tra le due indennita’ percepite sia sostanzialmente equivalente a quella di “ordine pubblico“.

E proprio al fine di rendere maggiormente incisiva la nostra proposta abbiamo dato vita ad una raccolta firme tra il personale dislocato su tutto il territorio per mezzo dei nostri rappresentanti provinciali NSP/LeS.

Interessato sarebbe tutto il personale di quei reparti che costantemente viene messo a disposizione degli UPGSP delle varie questure per il controllo del territorio, come volanti, autoriadio, rpc, uopi, unità d squadre mobili, cinofili, squadre a cavallo, staffette della Stradale etc

Da precisare che la nostra iniziativa non mira a creare discriminazioni o disparità tra il personale della polizia di stato, ma vuole semplicemente dare il giusto riconoscimento retributivo a tutti coloro che vengono impiegati nei servizi di prevenzione e repressione dei reati e al soccorso pubblico, tenendo conto che incontestabilmente si tratta di un attività’ particolarmente impegnativa e usurante che oggettivamente è esposta a particolari rischi e per questo deve, a nostro avviso, essere maggiormente retribuita e incentivata.

Qualora la nostra proposta rimanga inascoltata, siamo pronti a scatenare l’inferno, sia in ambito ministeriale che in ambito parlamentare, nonche in ambito governativo, anche per questo vi invitiamo ad aderire numerosi alla nostra iniziativa.

SCARICA IL FILE PER RACCOGLIERE LE FIRME

icona_PDF-150x150-150x150  INDENNITA’ DI CONTROLLO DEL TERRITORIO – PETIZIONE

LE SEGRETERIE CONGIUNTE  NSP/LEs

 

Stampa Articolo

Commenti chiusi