INDENNITA’ DI COMANDO: TUTTO CIO’ CHE C’E’ DA SAPERE.

polizia 17
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Il Dipartimento della Pubblica Sicurezza con le circolari prot. n.333-G.03.Comando terrestre.2015.AA.GG.116 del 5 novembre 2015 e prot. 0010926 del 12 novembre 2015, in attuazione del Decreto del Ministro dell’Interno di concerto con il Ministro dell’Economia e Finanze del 10 luglio 2015, ha dettato indicazioni per la corresponsione dell’indennità in oggetto.

In ottemperanza alle suddette circolari a partire dalla mensilità di febbraio 2016 e per ogni beneficiario al quale con apposito decreto è attribuita l’indennità di comando terrestre, dovrà essere prodotta apposita comunicazione mensile relativa al numero dei giorni per i quali effettivamente spetta l’indennità in oggetto che dovrà pervenire all’Ufficio Amministrativo Contabile entro il primo giorno feriale del mese successivo a quello della prestazione.

Considerato che, come da previsione ministeriale, l’indennità di comando terrestre è riconosciuta con decorrenza 10 luglio 2015, per ogni singolo beneficiario dovranno essere prodotte e trasmesse all’Ufficio Amministrativo Contabile le suddette dichiarazioni per i mesi da luglio a gennaio 2016.

1) Soggetti beneficiari

L’arti del predetto decreto interministeriale individua quali destinatari dell’indennità il personale della Polizia di Stato responsabile di uffici con, funzioni  finali di cui all’ art. 2 c, 1, lettera a) del d.PR. 22 marzo 2011, n. 208 appartenente ai ruoli degli agenti Assistenti, al ruolo dei sovrintendenti, nonchè a quello degli ispettori e dei commissari non beneficiari del trattamento economico dirigenziale.

La decorrenza economica per l’attribuzione dell’indennità è fissata al 10 luglio 2015.

L’indennità di comando “terrestre” non è cumulabile con l’indennità di comando navale (art.10, c. 1 e 2 della legge n.78/83).

L’indennità di comando si interrompe quando il personale si trovi ini::`congedo straordinario l▪ assente dal reparto o dal servizio per infermità che si propragga per più di 15 giorni consecutivi. non si  procedere alla decurtazione dell’emolumento quando si tratta di assenza per infermità derivante da causa di servizio.

L’indennità non può essere erogata, nello stesso periodo di tempo, a due beneficiari.

L’indennità è assoggettata nella misura del 100% alle ritenute previdenziali e fiscali previste dalla normativa vigente.

INDENNITA’ COMANDO TERRESTRE. ANNO 2015

Il decreto del 10 luglio 2015 con elenco degli uffici con funzioni finali che possono beneficiare dell’indennità

LA SEGRETERIA NAZIONALE

Stampa Articolo

Commenti chiusi