Il NSP cambia la forma ma non la sostanza…!!!!

Confederazion sindacale Def
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Il Nsp cambia forma ma continuerà a vivere nell’interesse esclusivo dei colleghi..!!! Il patto consociativo con il Les (Libertà e Sicurezza) apre aspettative sindacali di ampia portata che la via solitaria non avrebbe consentito in tempi ragionevoli, e ci porterà a raggiungere entro breve traguardi ben più ambiziosi di quelli che ci eravamo prefissati. Il LeS, capitanato dal suo formidabile Segretario Giovanni Iacoi, racchiude una rosa di dirigenti giovani, capaci, intraprendenti, motivati e liberi dalle scandalose logiche sindacali sino ad oggi conosciute. Dirigenti che puntano alla reale tutela e salvaguardia degli interesse dei poliziotti e ad un reale cambiamento delle dinamiche sindacali. Non è ancora stata decisa la forma di questa unione (se federazione o fusione) ma una cosa è certa, che in ogni caso sarà un successo..!!!

Ancora una volta chi si augurava il rapido declino dell’ennesimo “sindacatino” è rimasto fortemente deluso..!! Chi ci accusava di frammentazione e divisione ha perso un’altra occasione buona per tacere…!! Chi aveva pensato che il NSP andasse entro breve nel dimenticatoio, purtroppo dovrà aspettare ancora un bel po’ di tempo…!!

Continueremo a vivere sotto altre spoglie ma con gli stessi protagonisti, ovvero con le stesse persone che hanno reso possibile questa straordinaria reatà sindacale unica in Italia, a cominciare dal suo ideatore, nonché fondatore e attuale Segretario Generale Roberto Intotero, cui và il nostro sincero più ringraziamento per il grande impegno elargito e la dedizione profusa, per le grandi lotte contro tutto e tutti, nonostante le aspre critiche, spesso ingiuste che lo hanno accompagnato nel suo percorso. Esattamente come previsto dallo Statuto egli lascerà a breve la carica di Segretario, ma continuerà a dare il suo prezioso contributo lasciando la sua impronta al vertice nel nuovo progetto sindacale che stà per nascere.

In questi tre anni di vita, abbiamo semplicemente scritto un pezzo di storia sindacale, introducendo un nuovo metodo di comunicazione e di confronto diretto, attraverso lo sfruttamento massivo del canale informatico, del sito, dei social network, della rete internet e della tecnologia informatica in generale, affermandoci in pochi mesi come realtà sindacale  e acquisendo in breve tempo una visibilità immensa oltre ogni aspettativa, superiore a quella dei sindacati maggioritari seppure non con analoghi consensi in termini di tessere. Metodi e strumenti di comunicazioni altamente innovativi che oggi anche i sindacatoni stanno scoprendo. Questi infatti, dopo essersi accorti  del loro fallimento e della loro arretratezza mentale e sindacale, oggi stanno disperatamente tentando di copiarci, peraltro senza riuscirci poiché l’indole di questi non cambia mai, utilizzano il canale informatico per bombardare quotidianamente i colleghi di video/clip propagandistiche e altra spazzatura mediatica, messaggi privi di concretezza e privi di realismo, ma carichi di populismo e di menzogne.

Abbiamo introdotto un nuovo modo di concepire e interpretare il sindacato stesso. Abbiamo concesso a tutti i nostri iscritti il potere di influire in maniera vincolante sulle decisioni interne. Una forma di partecipazione sindacale diretta e coinvolgente che non si era mai vista prima e che abbiamo intenzione di portare avanti anche per il futuro con il nuovo soggetto sindacale che si appresta a nascere. Attraverso i  nostri gruppi social di riferimento siamo stati i primi ad entrare in tempo reale nella Camera dei Deputati per ascoltare interrogazioni parlamentari sulle nostre questioni, siamo stati i primi ad entrare in tempo reale nella Commissione Affari Costituzionali per informare minuto per minuto in merito all’ approvazione di emendamenti importanti per la nostra categoria, smascherando in tempo reale tutti i falsi profeti e i venditori di fumo. Abbiamo scoperto i politici seri e quelli ipocriti, i millantatori e quelli che fanno bene il proprio dovere. Abbiamo reso tutti i nostri iscritti dei veri protagonisti. Ci sentiamo di garantire che chi continuerà ad avere fiducia in noi non rimarrà deluso neanche in futuro..!!!

In questi anni di duro lavoro non abbiamo mai smarrito la strada maestra e non lo faremo di certo neanche adesso. La cosa importante è che l’entusiasmo e la passione non ci abbandoni mai e rimanga sempre accesa la speranza di poter finalmente cambiare sicuramente in meglio perché il fondo del barile con gli attuali sindacati lo abbiamo già toccato..!!

LEGGI E DIFFONDI IL COMUNICATO

LA SEGRETERIA NAZIONALE

Stampa Articolo

Commenti chiusi