ERRATI ADDEBITI STIPENDIALI – LE PRECISAZIONI DEL MINISTERO

STIPENDI
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Si fa riferimento agli addebiti stipendiali lamentati dal personale vincitore del 26° corso di formazione per Vice Sovrintendente proveniente dalla qualifica di Assistente Capo + 8 anni di anzianità nella qualifica.

Al riguardo, la Direzione Centrale per le Risorse Umane ha rappresentato che, pur non essendo mutata la procedura utilizzata per il calcolo delle differenze stipendiali rispetto a quella già utilizzata in altre occasioni, in questo caso è stato rilevato un addebito in quanto, per problemi tecnici, non è stato possibile riportare l’elaborazione degli aggiornamenti in un unico cedolino.

Nella circostanza, infatti, è stato emesso un primo cedolino speciale a settembre 2017, con il quale sono state liquidate le somme a credito relative agli arretrati spettanti a titolo di indennità mensile pensionabile e di indennità di vacanza contrattuale a partire da gennaio 2016. Inoltre, con il suddetto cedolino a emissione speciale, è stato liquidato anche l’importo spettante a titolo di assegno ad personam relativo al solo mese di ottobre 2017. Con questa emissione speciale, in totale sono stati erogati importi a credito pari a euro 870 circa medi pro-capite.

Successivamente, con cedolino ordinario, relativo al mese di ottobre 2017, NoiPA ha aggiornato gli stipendi applicando il nuovo parametro a decorrere dal momento di attribuzione della qualifica di Vice Sovrintendente (periodo dal 1°/01/2016 al 31/10/2017), creando un debito a carico degli interessati per un importo pari a euro 384 circa. Ciò in quanto NoiPA non è in grado di calcolare gli arretrati spettanti a titolo di assegno ad personam (gennaio 2016-settembre 2017).

La suddetta Direzione Centrale, ha precisato altresì che tenendo conto degli spazi tecnici disponibili da parte del Cenaps, già fortemente impegnato nelle operazioni relative all’applicazione del riordino, sta ponendo in essere tutte le azioni connesse alla soluzione della problematica di cui sopra, auspicando di inviare il flusso per l’accredito delle somme non ancora percepite a titolo di assegno ad personam entro il mese di dicembre p.v.

circolare ministeriale – chiarimenti

LA SEGRETERIA NAZIONALE

Stampa Articolo

Commenti chiusi