CONCORSO ISPETTORI; IN VISTA COSPICUO AMPLIAMENTO – CONCORSO 650 AGENTI IL MINISTERO DICE NO ALLO SCORRIMENTO

CONCORSI 1
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

In data 4 febbraio 2015 una delegazione del NSP è stata ricevuta dal Direttore delle Relazioni sindacali Dr. Tommaso Ricciardi in ordine alla vertenza intrapresa da questa O.S. sul diritto di informazione diretta e tempestiva alle organizzazione che non hanno il requisito della maggiore rappresentatività. La delegazione era formata da Roberto Intotero (segretario) e da Saverio Fatone (in qualità di consulente legale del NSP esperto in diritto del lavoro).

Per quello che attiene lo specifico argomento trattato, constatata la visione miope sul punto e un interpretazione restrittiva della Sentenza n° 4580 del Consiglio di Stato, questa O.S. è decisa ad interessare i tribunali competenti al fine di ottenere giustizia e risarcimento per i danni subiti.

A margine dell’incontro poi sono state fatte alcune richieste specifiche su determinati argomenti ricevendo le informazioni che di seguito vi riproponiamo:

CHIUSURA DEI PRESIDI

Il progetto di chiusura degli uffici delle specialità è sostanzialmente sospeso per essere trattato più analiticamente in una sede interforze (con altre forze di polizia)  sul tavolo dell’Ufficio per il Coordinamento e la Pianificazione delle Forze di Polizia, un organo apposito, istituito dalla legge 121/81, proprio al fine di predisporre  programmi e progetti finalizzati, attinenti alle funzioni istituzionali. Ci è stato riferito inoltre che non vi è un termine perentorio per la conclusione del confronto, pertanto la questione potrebbe richiedere tempi anche lunghi, ma il Dr. Ricciardi non ha saputo essere più preciso. I sindacati maggioritari, come accade tutti gli anni, continuano a sognare parlando di riordino speculando sulle aspettative del personale…!!L’invito è quello di non farvi ingannare..!!!

CONCORSO 650 AGENTI DI POLIZIA

E’ stato riferito che l’amministrazione non procederà allo scorrimento dei 288 idonei rimasti in graduatoria, a meno che non intervenga, come avvenuto per i precedenti concorsi, una precisa norma di legge. L’orientamento quindi è negativo..!!

CONCORSO VICE ISPETTORE

E’ staro riferito che hanno partecipato alla prova scritta 6.533 dipendenti su 7.032, di cui circa 2000 sono del ruolo sovrintendenti. La correzione degli elaborati dovrebbe richiedere circa 5 mesi, pertanto è lecito aspettarsi l’uscita della graduatoria entro l’estate. Riguardo al possibile e a nostro avviso doveroso ampliamento dei posti, vista la grave carenza nel ruolo (un buco di circa 14.000 unità ) l’amministrazione ha già messo in conto di procedere ad un cospicuo ampliamento dei posti che dipenderà da quanti riusciranno a superare la prova scritta appena svolta. Un ampliamento quindi è dato quasi per scontato. Da altra fonte è stato appreso che l’ampliamento sia già stato fissato nel limite di 2.400 posti, ma potrebbe ancora aumentare considerando che il numero degli idonei alla prova scritta potrebbe lievitare, tenuto conto del tenore della prova d’esame. E’ stato dato per certo altresì che a breve e comunque entro l’anno 2015 uscirà un ulteriore bando di concorso pubblico per l’accesso alla qualifica di vice ispettore (circa 1000 posti) in virtù del fatto che l’art. 3 D.Lgs. 197/95 stabilisce che la nomina a vice ispettore si consegue per il 50 % dei posti mediante concorso pubblico. La partecipazione a quest’ultimo concorso pertanto sarà rivolta a tutti, compreso il personale interno.

APERTURA TAVOLO PER REVISIONE ACCORDO NAZIONALE QUADRO (PARTE NORMATIVA)

E’ prevista a breve l’apertura del tavolo per la revisione dell’ANQ che la legge di stabilità ha disposto di aprire entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge. Come tutti sanno la revisione degli accordi è il prezzo che dovremo pagare per lo sblocco del tetto salariale, ovvero il frutto del “grandioso” accordo raggiunto con i sindacati maggioritari. La revisione dell’ ANQ, da stipulare entro tre mesi, come previsto dalla legge “deve tenere conto del mutato assetto funzionale, organizzativo e di servizio, derivante in particolare dalle misure di contenimento della spesa pubblica previste dai provvedimenti in materia finanziaria dall’anno 2010, con particolare riferimento a quelle del parziale blocco del turn over nelle Forze di polizia e alla conseguente elevazione dell’età media del personale in servizio.” Si preannunciano  pertanto delle drastiche modifiche normative sulle quali vi terremo aggiornati passo passo….!!

abobe SCARICA IL COMUNICATO IN FORMATO PDF

LA SEGRETERIA NAZIONALE

Stampa Articolo

Commenti chiusi