CHI SIAMO

Il Nuovo Sindacato di Polizia nato il 29 ottobre 2013 è un’associazione che nasce con lo scopo di riformare radicalmente l’intero sistema delle relazioni sindacali,  introducendo un nuovo modo di interpretare il sindacato. il NSP promuove la cultura della trasparenza e dello sviluppo informatico nella pubblica amministrazione.

Il NSP è il primo sindacato d’Italia che pubblica il Bilancio e lo fà certificare da professionista abilitato esterno iscritto all’albo dei commercialisti e che ha introdotto, la rendicontazione obbligatoria per i propri dirigenti sindacali. E’ il primo sindacato interattivo d’ Italia che agisce prevalentemente (ma non solo) attraverso la rete e il web. Il N.S.P. fà della trasparenza il suo principio fondante. Disponiamo di una rilevante visibilità sui social network che supera quella delle O.S. maggiormente rappresentative. L’omonimo gruppo di confronto su facebook (denominato NSP Nuovo Sindacato Polizia -10.500 membri) è aperto a tutti i dipendenti della Polizia di Stato, anche se non siano iscritti formalmente a questo sindacato. Abbiamo aperto di recente una pagina facebook che in pochi mesi ha oscurato le analoghe pagine dei più grandi sindacati di Polizia (oltre 5000 like in pochi mesi) Il nostro sito è www.nsp-polizia.it.

Tutte le cariche, a cominciare da quella del Segretario Generale sono svolte esclusivamente da personale del ruolo agenti assistenti e sovrintendenti in prospettiva unificato, al fine di evitare conflitti di interesse.

I dirigenti sindacali (compreso il segretario) che accedano a qualsiasi titolo al ruolo ispettori o ruoli superiori decadono automaticamente dall’incarico in favore di persona di fiducia del ruolo agenti assistenti e sovrintendenti, in attesa di nuova elezione. Si tratta di un sindacato unico nel suo genere che non ha eguali nemmeno nelle raprresentanze sindacali di altre amministrazioni.

Tutte le cariche sono a tempo determinato (2 anni), compresa quella del Segretario Generale (5 anni), e possono essere riconfermate. E’ prevista l’elezione diretta del Segretario Generale alla scadenza del mandato quinquennale.

il NSP è il primo sindacato interattivo d’ Italia. Questo si sviluppa e si propaga prevalentemente, ma non solo, attraverso la rete e i canali informatici. Fonda le sue radici su tre principi fondamentali, da statuto immodificabili, inviolabili e irrinunciabili.

1 – TOTALE TRASPARENZA CONTABILE DOCUMENTALE e COMPORTAMENTALE

il N.S.P. Pubblica sul sito il rendiconto annuale e lo stato patrimoniale facendolo certificare da professionista abilitato esterno iscritto all’albo dei commercialisti e revisori contabili. Inoltre rende noto ai propri iscritti l’estratto conto in modo da garantire un corretto impiego delle risorse attraverso il monitoraggio costante degli iscritti sull’ attività contabile dell’associazione. il NSP pubblica i permessi e distacchi sindacali con cadenza bimestrale. E’ stata introdotta la rendicontazione obbligatoria per i nostri dirigenti sindacali al fine di evitare il proliferare delle spese di rappresentanza e i rimborsi spese. Registriamo le riunioni ministeriale e le mettiamo a disposizione dei nostri iscritti online nell’area riservata del sito.

L’assemblea generale è composta dalla globalità degli iscritti e rappresenta il massimo organo decisionale dell’associazione. La politica sindacale è decisa esclusivamente dall’assemblea generale. Il segretario generale e il direttivo nazionale sono prevalentemente organi di indirizzo tecnico di consulenza e di competenza, il cui potere decisionale è limitato all’ordinaria amministrazione e a questioni di carattere tecnico giuridiche, amministrative e contrattuali. Le linee di politica sindacale nazionale, tutte le decisioni di interesse collettivo e comunque tutte quelle che coinvolgono un elevato numero di dipendenti (accordo nazionale quadro – fondo assistenza etc..) o che comportino misure straordinarie quali per esempio modifiche statutarie, affiliazioni, federazioni etc..vengono convalidate dall’Assemblea Generale a maggioranza dagli iscritti attraverso il sistema delle votazioni online che si svolgono all’interno di questo blog. Ogni decisione viene presa tenendo conto delle osservazioni delle esperienze, delle critiche ma anche delle delibere vincolanti de nostri iscritti che avverranno con il metodo del voto certificato online. I nostri iscritti potranno votare comodamente da casa, autenticandosi con user e password, accedendo nell’area riservata del nostro sito.  Non è ammesso, quindi, il voto delegato.  Le delibere saranno il risultato di decisioni univoche prese da ogni singolo iscritto che sarà libero di decidere secondo coscenza, influendo così sulle scelte, in uno spirito altamente democratico.

Tutti gli iscritti hanno diritto di ricevere le credenziali di accesso all’area riservata del sito dal mese successivo a quello della sottoscrizione della delega. Le assemblee sono comunicate almeno 15 giorni prima attraverso il metodo informatico (per posta elettronica) e richiamate 3 giorni prima dell’evento. Tutte le comunicazioni sono inviate a mezzo posta elettronica. Le assemblee sono condotte dal segretario generale o da suo delegato e si svolgono all’interno dell’area riservata.

3 – TOTALE E COSTANTE LEALTA’ VERSO I PROPRI ISCRITTI.

E’ garantito il monitoraggio dell’attività contabile, il dialogo costante e il dibattito attraverso i canali informatici e i gruppi di confronto istituiti sui social network (facebook). E’ garantito il flusso comunicativo diretto con il direttivo nazionale per qualsiasi iscritto. Ogni richiesta o informazione viene evasa entro le successive 48 ore. Le quotidiane osservazioni, i pensieri e le idee rese pubbliche sul blog e sul “forum” di riferimento, curato e amministrato giornalmente dalla segreteria nazionale, garantiscono un costante e reciproco rapporto di fiducia e di lealtà tra gli organi statutari e i singoli iscritti.
Comportamenti truffaldini deplorevoli o deontologicamente scorretti di chiunque, sarebbero quindi immediatamente smascherati ed esposti a pubblica critica.

STRUTTURE PERIFERICHE

l’organigramma è stato completamente rivisto. La dislocazione è suddivisa su base regionale in 20 strutture e non più su base provinciale, evitando così l’istaurarsi di sistemi clientelari e inutili sprechi di danaro. Le segreterie provinciali saranno presenti solo nelle 10 città metropolitane. In tutte le altre città ci sarà un responsabile provinciale per le incombenze  e gli adempimenti di rito. Ogni ufficio o reparto di polizia avrà un delegato responsabile che avrà ampio raggio d’azione e che curerà direttamente la risoluzione delle controversie con la dirigenza locale. Se viene richiesto l’intervento della segreteria regionale in questo caso il coordinatore regionale presta la necessaria assistenza. I segretari locali avranno la responsabilità dei comunicati, cureranno direttamente i rapporti con la dirigenza e avranno la gestione di una parte dei permessi sindacali in relazioni al numero degli iscritti presenti in quell’ufficio. Gli spostamenti sul territorio sono limitati alle questioni urgenti e particolarmente delicate. La maggior parte delle risorse sono devolute all’ assistenza legale totalmente gratuita per tutti gli iscritti e a fornire servizi reali e concreti per i nostri iscritti. I segretari locali di sezione o di reparto, saranno in costante contatto con la struttura regionale o provinciale di riferimento comunicando ogni loro iniziativa attraverso i canali informatici. Il Nuovo Sindacato di Polizia è già una realtà e conta quasi 1.000 iscritti sparsi omogeneamente su tutto il territorio nazionale. La trattenuta sindacle è sempre esclusa sulla 13^ mensilità che non verrà mai e poi mai decurtata.

Chiunque ritenga questo progetto meritevole di essere promosso sviluppato e alimentato può inviare un e-mail a nsp.polizia@gmail.com.

LA SEGRETERIA NAZIONALE

Commenti chiusi