Attribuzione e revoca emolumenti accessori a carattere ricorrente disposti con provvedimento formale al personale della Polizia di Stato

ID PROCEDIMENTO SERVIZIO TRATTAMENTO ECONOMICO DEL PERSONALE E SPESE VARIE 16
DESCRIZIONE PROCEDIMENTO Attribuzione e revoca emolumenti accessori a carattere ricorrente disposti con provvedimento formale al personale della Polizia di Stato
NORMATIVA DI RIFERIMENTO Legge 1 aprile 1981, n.121; Legge 10 agosto 1986, n.668; D.L. 21 settembre 1987, n. 387; Legge 23 marzo 1983, n.78; D.P.R. 31 luglio 1995,n.395; Legge 28 marzo 1997, n.85; Legge 30 novembre 2000, n.356; Legge 5 novembre 2004, n.263; D.Lgs. 15 marzo 2010, n.66; D.P.R. 16 marzo 1999, n.254; D.P.R. 18 giugno 2002 n.164; D.P.R. 16 aprile 2009, n.51; Legge 23 dicembre 1998, n.448
UNITA’ ORGANIZZATIVA RESPONSABILE DELL’ISTRUTTORIA Servizio T.e.p. e Spese Varie – Divisione III^
AREA/UFFICIO Servizio T.e.p. e Spese Varie
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Funzionario Economico Finanziario Sacchetti Angela
RIFERIMENTI (TEL./EMAIL) 0646574001 dipps.333g.tepspesevarie.rm@pecps.interno.it
RESPONSABILE DEL PROVVEDIMENTO FINALE Direttore Divisione III^
MODALITA’ DI ACCESSO ALLE INFORMAZIONI 1) Istanza di accesso agli atti amministrativi ai sensi degli artt. 10 (c.d. “accesso endoprocedimentale”) e 22 ( c.d. “accesso esoprocedimentale”) e ss. della legge 7 agoato 1990, n. 241 (“Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e diritto di accesso ai documenti amministrativi”) e del d.P.R. 12 aprile 2006, n. 184 (“Regolamento recante disicplina in materia di accesso ai documenti amministrativi”). 2) P.E.C. 3) Accesso civico ai sensi dell’articolo 5 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 (“Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”)..
TERMINE PROCEDIMENTO (GG) 90
ISTANZA DI PARTE (SI/NO) no
STRUMENTI DI TUTELA GIURIDICA E AMM.VA 1) Ricorso Gerarchico al Capo della Polizia . Direttore Generale della Pubblica Sicurezza entro 30 giorni dalla data della notificazione o della comunicazione in via amministrativa dell’atto impugnato o da quando l’interessato ne abbia avuto piena conoscenza, ai sensi degli artt. da 1 a 6 del d.P.R 24 novembre 1971, n. 1199., oppure in alternativa 2) Ricorso giurisdizionale amministrativo al TAR competente per ragioni di territorio, ai sensi del decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104, entro il termine di decandenza di sessanta giorni dalla data della notifica o comunque della effettiva conocenza del provvedimento impugnato da parte del ricorrente (“codice del processo amministrativo”)
TITOLARE DEL POTERE SOSTITUTIVO IN CASO D’INERZIA (NOMINATIVO) Direttore Centrale per le Risorse Umane
RIFERIMENTI (TEL, EMAIL) 06/46575739
segr.risorseumane.dipps@interno.it
POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA dipps.333g.tepspesevarie.rm@pecps.interno.it

Commenti chiusi