ACCORDO FONDO EFFICIENZA – NO COMMENT…!!!!

6392
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

FONDO EFFICIENZA NO COMMENT PDF
In seguito alle nostre osservazioni sul penoso accordo raggiunto da tutti sindacati di Polizia che con soddisfazione hanno brindato tutti insieme appassionatamente al pagamento del Premio produttività anno 2013, qualcuno ci ha additati come dei pazzi visionari, dei millantatori, degli sprovveduti, degli improvvisati, ovvero un organizzazione di gente senza scrupoli pronta a dire qualsiasi cosa e ad ingannare chiunque pur di raccattare qualche tessera..!!! Questi “pascolatori di pecore” hanno osato dire che non era possibile impiegare i 100 milioni aggiuntivi che erano stati stanziati in quanto il premio in pagamento sarebbe riferito all’anno 2013. Niente di più falso..!!! Adesso saremmo noi che mentiamo sapendo di mentire..!!?!! il bue dice cornuto all’asino..!!! noi saremo degli improvvisati ma qualcuno di voi non sà nemmeno comprendere la lingua italiana. Noi consigliamo vivamente questi signori di cambiare mestiere..!!Crediamo che pascolare le pecore sia più consono e più semplice per voi…!!! Oppure devono studiare di più e andare a rivedere in primo luogo cosa dice il comma 103 della legge di stabilità e sopratutto andare a rivedere quali sono le prerogative di un sindacato. Tra queste prerogative non rientra certo quella di appecoronarsi agli interessi dell’amministrazione e nemmeno quella di attaccare il ciuccio dove vuole il padrone. Non c’era alcun obbligo ne tantomeno alcuna necessità di spostare l’impiego di queste risorse all’anno successivo sul premio del 2014. Le risorse potevano e dovevano essere impiegate ora e magari per l’anno 2015 cercare semmai di reperirne di nuove. La legge autorizza l’impiego di questi 100 milioni dal corrente anno (2014) senza specificare obblighi in merito alla maturazione degli emolumenti accessori. C’era quindi ampio margine di discrezionalità in merito. Riportiamo di seguito il testo integrale della norma:
LEGGE 27 dicembre 2013, n. 147 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato”
comma 103. Al fine di incrementare l’efficienza dell’impiego delle risorse tenendo conto della specificita’ e delle peculiari esigenze dei Corpi di polizia, per l’anno 2014 le risorse disponibili per il trattamento economico accessorio del personale appartenente ai predetti Corpi sono incrementate, oltre che da quelle previste dagli ordinari stanziamenti di bilancio per l’anno 2014, di 100 milioni di euro. In relazione alle somme di cui al presente comma non trova applicazione quanto previsto dall’articolo 9, comma 2-bis, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122.”
In un momento in cui i contratti e assegni sono bloccati dall’anno 2010, sindacati seri competenti e responsabili si sarebbero dovuto imporre e avrebbe dovuto pretendere l’impiego immediato di queste risorse dal momento che la legge specifica chiaramente che queste risorse sono devolute esclusivamente per il trattamento economico accessorio del personale e senza specificare l’anno di maturazione, autorizzandone l’impiego già dall’anno 2014 classificando le risorse come aggiuntive. Il tutto AL FINE DI INCREMENTARE L’EFFICIENZA DELL’IMPIEGO DELLE RISORSE”.
La nostra tesi è confermata dall’accordo siglato il 20 maggio dal quale emerge che il fondo del 2013 (113.198.793 Euro) è stato decurtato di Euro 676.940 già impiegati per contabilità pregresse. (senza peraltro specificarle). Questo dimostra che sarebbe stato possibile impiegare parte di questi 100 milioni già dal corrente anno, ma per motivi che sfuggono alla logica comprensione questo non è stato fatto e nessun sindacato ha rivendicato il diritto ad ottenere queste risorse da subito. Si sarebbe potuto anche escogitare al limite, un anticipo forfettario del 20 % sul Premio 2014, ma nessuno ha pensato neanche a questo.
Ma è inutile cercare di spiegare queste cose a sindacalisti da quattro soldi incompetenti come quelli che ci sono attualmente. Anche un bambino capirebbe che l’anno prossimo queste risorse visti i soggetti che ci amministrano saranno decimate, e per il personale rimarranno solo briciole. Già infatti si vocifera di un futuro misero aumento del 6% rispetto a quest’anno. Staremo a vedere..!!
Il NSP comunque và avanti sereno e con la coscienza apposto sicuro che il tempo sarà galantuomo…!!!!

Roma 25 maggio 2014

LA SEGRETERIA NAZIONALE

Stampa Articolo

Commenti chiusi